9° Ecorally Internazionale FIA San Marino – Vaticano e 6° Ecorally Press

Sabato la partenza della gara che invita alle buone pratiche ambientali

Due giorni di gara dedicati alla mobilità sostenibile, protagonisti i veicoli più ecologici. Vincono la guida ecologica e la scelta ambientale, con un occhio al portafoglio.

Un week-end all’insegna della mobilità ecologica con il 9° Ecorally San Marino – Città del Vaticano e il 6° Ecorally-Press, competizioni di regolarità riservate ai veicoli ecologici. Gli equipaggi in gara  partono sabato 10 maggio alle 9.01 da San Marino e arrivano in Vaticano domenica 11 per il Regina Coeli di Papa Francesco, dopo un percorso di 521 chilometri suddiviso in 2 tappe e 4 settori di gara.

SAMSUNGLa manifestazione è valida per tre campionati di regolarità riservati alle energie alternative: quello mondiale, sotto l’egida della Federazione Internazionale dell’Automobile, quello italiano Aci-Csai e quello Sammarinese. Inoltre, nel contesto della gara, viene stilata una particolare classifica riservata agli operatori dell’informazione che partecipano alla manifestazione e gareggiano nel 6° Ecorally Press, realizzato in collaborazione con Assogasliquidi-Federchimica e Consorzio Ecogas, aggiudicandosi, oltre al posizionamento nella classifica generale, il Trofeo Nello Rosi, messo a disposizione da Unione Gas Auto, Gas Auto Sud ed Ecomobile. All’equipaggio più giovane, invece, il Premio Città di Milano del Milano Auto Show.

Partecipano mezzi di ogni tipo, purché regolarmente immatricolati e omologati per la circolazione su strade ed autostrade: GPL, metano, biometano, biocombustibili, elettrici, ibridi e a idrogeno. Il riferimento ufficiale è alle categorie IIIa e VII&VIII della Fia. Alla guida di tutto un po’: piloti professionisti della regolarità (diversi infatti gli equipaggi che in un continuo testa a testa si contendono i maggiori titoli dedicati alle energie alternative), famiglie, amanti dell’ecoturismo e dell’auto ecologica, giornalisti e ambientalisti.

Accompagna la carovana di auto verso San Pietro, per il terzo anno consecutivo, la trasmissione televisiva di Rai 1 dedicata al mondo dei motori Easy Driver, presenti il conduttore Marcellino Mariucci e il regista Antonio Sottile.

Il programma. Dopo le verifiche tecniche del venerdì, il sabato mattina i concorrenti lasciano il Parcheggio P2/A a San Marino per dirigersi verso San Leo (RN), passando da Badia Tedalda (AR) e Caprese Michelangelo (AR), paese natale di Michelangelo Buonarroti. Ad Arezzo pausa pranzo, ospiti dell’ACI nell’affascinante Piazza Grande. Nel primo pomeriggio di nuovo in gara verso Gubbio (PG), Assisi (PG), Bevagna (PG), con transito in uno stabilimento di produzione di biometano, Torgiano (PG), dove si sosterà per una merenda. La parte finale dell’itinerario del sabato esplora una zona inedita per gli Ecorally, salendo verso Todi e percorrendo la strada statale 448 e la gola del Forello, che unisce Todi ad Orvieto, per costeggiare poi la sponda sinistra del Lago di Corbara formato dal fiume Tevere. Si prosegue poi per Attigliano (TR), dove gli ecorallysti cenano e pernottano in attesa dell’ultima tappa. La mattina di domenica, partenza per l’ultima fatica verso Roma, con arrivo in Vaticano. Dopo aver ascoltato le parole di Papa Francesco, trasferimento al ristorante del Vallelunga Park Hotel a Campagnano di Roma per il pranzo, la cerimonia conclusiva e le premiazioni.

Le news dalle auto in gara. L’Automobile Club d’Italia partecipa all’Ecorally Press anche quest’anno, il sesto consecutivo, con un proprio equipaggio, composto da Andrea Cauli dell’ufficio stampa e dal fratello gemello Fabio, anche lui giornalista. Gareggia con una Toyota Auris Hybrid del Centro di Guida Sicura ACI-Sara di Vallelunga condotta da Andrea Cauli dell’ufficio stampa, insieme al fratello gemello Fabio, anche lui giornalista. La vettura veste i colori del progetto ‘Ambasciatori della Sicurezza Stradale’, una iniziativa riservata a 3.000 automobilisti stranieri che da oggi è estesa anche a 1.500 giovani neopatentati Ready2Go.

Vincitore delle prime tre edizioni, conferma la presenza al Press Roberto Chiodi, Repubblica Motori, alla guida di una Renault R4 bianca – l’esatta copia di quella di Papa Francesco – trasformata a GPL in collaborazione con Punto Gas.

Alla quinta partecipazione anche Maurizio Caprino, Il Sole 24 Ore, autore del blog Strade Sicure, coadiuvato dalla navigatrice Grazia Liverani, su Golf a metano di Landi Renzo. Quinta volta anche per Marina Terpolilli, Il Sole 24 Ore e Massimo Quarta, su Peugeot 508 LXH ibrida. Ritorna Automoto.it, alla guida di una Seat Leon a metano Matteo Valenti e Fabrizio Partel. Bis anche per Alessandro Ferri e Luca Comandini, rispettivamente EcoedizioniMotori360, ProtectaProtectaweb.it – e SicurAUTO.it, in gara con una Toyota Auris. Alla seconda volta anche Il Giornale dell’Umbria, che schiera Filippo Piervittori e Margareth Rosy Del Papato su Opel Mokka a GPL. Debutto invece per Ilaria Salzano e Andrea Brambilla, Motorcube e Automobilismo, su Peugeot 3008 ibrida e per Michele Lupetti ed Erica Rampini, Valdichianaoggi, su Fiat 500 a GPL. Dopo due anni di assenza, si cimenta anche Fabrizio Carnevalini, Al Volante, navigatrice Patrizia Riva, a bordo di una Multipla diesel metano messa a disposizione da Oxigas. Un’altra Multipla per i regolaristi Massimo Zanasi e Giuseppe Scalora.

Novità 2014, partecipa alla competizione anche il Consorzio Italiano Biogas con una Kia Sorento a biometano, a bordo Christian Curlisi e Guido Bezzi.

L’Ecomotori Racing Team, del portale Ecomotori.net, schiera due equipaggi. Il campione mondiale FIA Energie Alternative in carica Massimo Liverani, a bordo di una Abarth 500 a metano insieme al navigatore Valeria Strada e nel Press Nicola Ventura e Monica Porta, vincitori del IV e V Ecorally Press, su Abarth 500 a GPL e bioetanolo.

Due equipaggi anche per la scuderia Imega-Boninsegni di Sansepolcro (AR). A bordo di un’Alfa Romeo Mito a GPL il pilota Guido Guerrini, vice campione del mondo, navigatore Isabelle Barciulli. Il secondo è composto da Francesca Olivoni ed Emanuele Calchetti, che gareggiano nel Press per l’emittente radiofonica Errevutì, su Nissan Micra a GPL.

Il Domotive – RaceBioConcept Team partecipa all'”eco-sfida” con una Alfa Romeo MiTo a GPL condotta da Roberto Viganò e Andrea Fovana, una Opel Corsa a GPL condotta dal Lead Driver Vincenzo di Bella “navigato” da Claudio Canale e una Toyota Auris Touring Sports Hybrid condotta dal Direttore Tecnico Luca Rizzo, navigatore Marco Brancozzi. In gara anche la Toyota FJ Cruiser BioDrive ME alimentabile a metano, biogas, idrometano e bioetanolo condotta dal RaceBioConcept Team Leader Mario Montanucci Pignatelli, navigato da Flavio Del Greco.

Solo due le elettriche che hanno risposto all’appello: la Think City di Walter Kofler Fuzzy e Renato Gaioni e la Renault Zoe di James Morlaix e Frederic Allari, dalla Francia. Dall’estero (non area italiana) al via anche gli equipaggi Jesus Echave – Juanan Delgado dalla Spagna su Porsche Panamera ibrida, dalla Polonia Nytko Lukasz – Najder Artur, su Toyota Yaris ibrida e Artur Prusak – Zbignien Prusak, a bordo di una Toyota Prius.

Colore rosa anche all’Ecorally: oltre alle diverse rappresentanti del mondo femminile, in coppia con partner del sesso opposto, anche un equipaggio al 100% femminile, composto da Riccarda Robbiati ed Erika Ratti, a bordo di una Lancia Y10 a GPL. Non poteva non essere ecologia l’auto appoggio, una Seat Ibiza a GPL di Imega, mentre la Peugeot 3008 in dotazione alla Rai è stata per l’occasione rifornita di biodisel.

Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e Consorzio Ecogas hanno collaborato con l’Ecorally mettendo a disposizione di alcuni equipaggi automobili ecologiche a basso impatto ambientale. Tra i media partner anche Nuvolari e Italia Motori.

L’Ecorally, nato nel 2006 e organizzato dalla SMRO San Marino Racing Organization, è una gara internazionale regolamentata dalla Fia – Federazione Internazionale dell’Automobile, che ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a energie alternative e a basso impatto ambientale, con l’intento di dimostrare al pubblico le performance e l’adattabilità all’uso quotidiano.

Competizione impegnativa, ma alla portati di tutti, si svolge con il patrocinio della Segreteria di Stato all’Ambiente e Sport. La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

L’Ecorally è anche su FB – http://www.facebook.com/EcorallySanMarinoCittaDelVaticano – e su Twitter: https://twitter.com/EcorallyRSM. Info e aggiornamenti su www.ecorally.eu.