Cube Blog

You Are Here: Home / Cube Blog

Comunicato stampa 6/2017 – ECORALLY SAN MARINO, SUL PODIO LE AUTO CHE RISPETTANO L’AMBIENTE

Categories: Tags:

12° Ecorally San Marino, 1° E-Rally e 9° Ecorally Press, le classifiche

Proclamati i vincitori delle gare di regolarità riservate ai veicoli a basso impatto ambientale

San Marino, 17 settembre 2017 – Si sono conclusi domenica 17 settembre a San Marino con la cerimonia di premiazione il 12° Ecorally San Marino, il 1° E-Rally e il 9° Ecorally Press, competizioni di regolarità su strada dedicate ai mezzi a basso impatto ambientale, che in Italia rappresentano l’8,58% del circolante autovetture: 2.211.368 (5,84%) a doppia alimentazione benzina – GPL, 911.246 (2,41) a doppia alimentazione benzina – Metano, 117.433 (0,31%) ibride benzina, 5.743 (0,02%) elettriche e infine 3.332 (0,01%) ibride gasolio. In crescita, rispetto al 2016, quando su un circolante autovetture di 37.351.233 di unità, le alternative valevano l’8,33%.

Le 30 auto in gara nel 12 Ecorally, dopo le verifiche tecniche della prima mattina del sabato, sono partite a un minuto di distanza l’uno dall’altro alle 10.31 dal Multieventi Sport Domus di San Marino, hanno attraversato il Parco naturale di Montecchio, Talamello, Sant’Agata Feltria, Badia Tedalda e Pieve S. Stefano, con sosta a Sansepolcro per la ricarica dei veicoli elettrici. Hanno poi proseguito per Santa Fiora e Tavernelle con arrivo alle 19.12 in Piazza Grande ad Arezzo, dove i mezzi sono rimasti parcheggiati in parco chiuso durante la notte.

La domenica mattina alle 7.31 partenza del primo equipaggio da Arezzo per il percorso di ritorno, che ha toccato Palazzo del Pero e Badia Ficarolo per sostare ancora a Sansepolcro per un’ennesima ricarica dei veicoli elettrici, poi il Valico di Viamaggio, Perticara, Montetiffi e Ponte Uso per rientrare nella Repubblica del Titano e tagliare il traguardo finale alle 13.22 (primo equipaggio) a San Marino, Multieventi Sport Domus.

I veicoli, tutti di uso comune, a dimostrazione del fatto che è già possibile muoversi ogni giorno inquinando pochissimo, hanno raggiunto la Repubblica del Titano dopo avere percorso 314 chilometri a basso impatto ambientale, suddivisi in 4 tappe e 15 settori di gara, con 8 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Sansepolcro e Arezzo – e 24 pressostati di rilevamento del tempo.

Classifiche e premiati. Per il 12° Ecorally, primi classificati  Nicola Ventura e Guido Guerrini, Ecomotori Racing Team, su Nissan Leaf, secondi classificati Walter Fuzzy Kofler e Franco Gaioni su Tesla Model 90D, Autotest Motorsport, terzi Massimo Liverani e Fulvio Ciervo, Montecarlo Engineering Racing Team, scuderia Unione Gas Auto My En su Alfa Romeo Giulietta a GPL. La classifica è valida anche per il Campionato Italiano ACI Sport 2017 di Regolarità per Energie Alternative e Rinnovabili. Le categorie di veicoli coinvolte: IIIA,  VII e VIII, ovvero elettrici, ibridi elettrici e altri veicoli ad energie alternative, quali mono e bifuel gassosi (GPL e metano), biocarburanti.

Classifica Coppa FIA internazionale E-Rally di Regolarità riservato ai veicoli elettrici (EV), Plug Ibridi (PHEV), elettrici ad autonomia estesa (EREV) e Fuel Cell (FCEV). C’è un ex aequo. Primi a pari merito Walter Fuzzy Kofler / Franco Gaioni su Tesla Model 90D, Autotest Motorsport e Nicola Ventura / Guido Guerrini, Ecomotori Racing Team, su Nissan Leaf. Terzi Kadin Dedikov e Pavlov Georgi, Vivi Altotevere Eco Team su Renault Zoe R90.

Il 9° Ecorally Press, in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi/Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas, nel quale gareggiano equipaggi composti da giornalisti, vede sul podio più alto per il secondo anno consecutivo Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, Aci Onda Verde, su Toyota C-HR, secondi Omar Frigerio e Renato Gaggio, in gara per Ecomotori.net, su Nissan Leaf, terzi Mario Montanucci Pignatelli e Annalisa Zortea, Protecta – Ecoedizioni Internazionali, su Toyota FJ Cruiser Bio Drive a metano.

Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile  al giornalista Luigi Massari e a Conti Editore, storica realtà giornalistica del mondo dell’automobilismo e dei motori.

L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e dell’Automobile Club di Arezzo, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino. Numerosi i partner tecnici – fra i quali Aboca di Sansepolcro, BRC Gas Equipment di Cuneo, Banca Cis di San Marino, Zannoni Carburanti di Forlì, Puntogas e Slime di Albano Laziale, PowerJet di Bari e Oxigas di Forlì, oltre a MG12 Network – che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, ausili di guida, location e strutture. La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) e A.C.I. Arezzo, tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

Comunicato stampa 5/2017 – Ecorally, news dalle auto in gara

Categories: Tags:

 

San Marino, 15 settembre 2017 – In partenza sabato mattina la 12° edizione dell’Ecorally sul percorso San Marino, Sansepolcro, Arezzo e ritorno, gara di regolarità su strada riservata ai veicoli ecologici e aperta a tutti. Al via oltre 30 equipaggi che si sfideranno per 314 km.

Dopo le verifiche tecniche della prima mattina del sabato, gli equipaggi partono a un minuto di distanza l’uno dall’altro dalle 10.31 dal Multieventi Sport Domus di San Marino, attraversano il Parco naturale di Montecchio, Talamello, Sant’Agata Feltria, Badia Tedalda e Pieve S. Stefano, con sosta a Sansepolcro per la ricarica dei veicoli elettrici. Si prosegue per Santa Fiora e Tavernelle con arrivo alle 19.12 in Piazza Grande ad Arezzo, dove i mezzi rimarranno parcheggiati in parco chiuso durante la notte.

La domenica mattina alle 7.31 partenza del primo equipaggio da Arezzo per il percorso di ritorno, che tocca Palazzo del Pero e Badia Ficarolo per sostare ancora a Sansepolcro per un’ennesima ricarica dei veicoli elettrici, poi il Valico di Viamaggio, Perticara, Montetiffi e Ponte Uso per rientrare nella Repubblica del Titano e tagliare il traguardo finale alle 13.22 (primo equipaggio) a San Marino, Multieventi Sport Domus. Seguono pranzo e premiazioni.

Il percorso è suddiviso in 4 tappe e 15 settori di gara, con 8 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Sansepolcro e Arezzo – e 24 pressostati di rilevamento del tempo.

I veicoli ammessi appartengono alla Categoria FIA VII, VIII e IIIA: ibridi elettrici e altri veicoli ad energie alternative, quali mono e bifuel gassosi (GPL e metano e biometano), biocarburanti (biodiesel) e idrogeno, oltre ad elettrici e fuel cell.

L’Ecorally, nato nel 2006 è una gara internazionale regolamentata dalla Fia – Federazione Internazionale Automobilistica e da Aci Sport, valevole per i campionati internazionale – con il 1° E-Rally riservato ai veicoli elettrici – e italiano dedicati alle Energie Alternative.

L’obiettivo della manifestazione è quello di promuovere i veicoli a energie alternative e a basso impatto ambientale e già da 9 anni è affiancata dall’Ecorally Press, in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi/Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas, nel quale gareggiano equipaggi composti da giornalisti. Nell’ambito del Press viene assegnato anche il Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile.

I momenti salienti della competizione verranno ripresi da una troupe di Rai 1, quest’anno per la trasmissione Il caffè di Raiuno.

Le news dalle auto in gara. Numerosi gli esordienti. Fra questi i Sindaci dei Comuni di Arezzo e Sansepolcro – pilota Alessandro Ghinelli, co-pilota e navigatore Mauro Cornioli – che gareggiano nel 1° E-Rally a bordo di una Renault Zoe.

Nel Press l’equipaggio FCA – Ilgiornale.fuorigiri  – Metauto, con i giornalisti Cesare Gasparri Zezza e Riccardo Rimondi a rappresentare i colori della colori della casa automobilistica italiana a bordo di una Fiat Panda Natural Power a metano. Per AM e Metro presenti Luigi Massari e Corrado Canali, su Toyota C-HR ibrida, per Newsauto.it, scuderia PowerJet Lpi, Vittorio Ricapito e Alessandra Maioli alla guida di un Fiat Scudo Diesel GPL. E ancora, Valerio Boni e Barbara Premoli per Motori No Limits che gareggiano con una Peugeot 208 a GPL.

L’Automobile Club d’Italia (ACI) partecipa all’Ecorally Press dal suo esordio e non poteva quindi mancare. Due gli equipaggi in gara. Paolo Benevolo, direttore del magazine ACI Onda Verde, con Fabrizio Giamminuti, Ufficio Energy Manager Università “La Sapienza”, su  Toyota C-HR ibrida e Andrea Cauli, con il fratello Fabio, ufficio stampa ACER, in rappresentanza dell’ufficio stampa ACI e della rivista L’Automobile, alla guida di una Opel Karl Rocks GPL.

Vincitore delle prime tre edizioni del Press – 2009, 2010 e 2011 – conferma la presenza Roberto Chiodi, La Repubblica, alla guida di una Fiat Punto GPL, navigatore il fratello Alessandro.

Alla quinta partecipazione Sicurauto.it, con Luca Comandini e Donato D’Ambrosi su Toyota C-HR Hybrid.

Ecomobile A tutto Gas, per la scuderia MY EN Unione Gas Auto è in competizione con Stefano Panzeri e Alberto Balestra a bordo di una Hyundai i20 a GPL messa a disposizione da BRC Gas Equipment. Per la stessa scuderia sono in gara anche Luca Benini e Claudio Cavina su Honda CRX a GPL e Massimo Liverani, più volte campione delle energie alternative, insieme a Fulvio Ciervo, a bordo di un’Alfa Romeo Giulietta a GPL del Montecarlo Engineering Racing Team.

Sempre in tema di campioni delle energie alternative, sono presenti anche Nicola Ventura e Guido Guerrini dell’Ecomotori Racing Team a bordo di una Nissan Leaf, che fa il bis nel Press con il portale Ecomotori.net, equipaggio formato da Omar Frigerio e Renato Gaggio, stesso tipo di vettura. Il team gareggia anche con Vincenzo Di Bella e Claudio Canale a bordo di una Toyota Auris Hybrid e infine, insieme al Sagam E-Rally Team, con Andrea Guglielmo Marinucci e Giulio Marinucci su Volkswagen Golf GTE Hybrid plug-in.

Per il Race Bio Concept Alberto Conte e Marco Brancozzi su Toyota C-HR Hybrid.

Tra i veterani Paolo Pauletta e Rosaria Pizzo, Motori 360, con una Citroen C3 a GPL. Tornano anche Filippo Piervittori e Margareth Rosy Del Papato per Rumors.it con una Suzuki Swift ibrida.

Alla terza partecipazione Motorionline.com con Lorenzo Bellini e Gianluca Mauriello che portano in gara una Suzuky Swift Hybrid S.  Torna per il secondo anno consecutivo Ruote e Motori con Fabio Ciabattoni e Angelo Michetti, su Peugeot 508 RXH Hybrid. Per Protecta, Mario Montanucci Pignatelli e Annalisa Zortea con un Toyota FJ Cruiser Bio Drive a metano.

Equipaggi anche da Bulgaria, Canada, Polonia  e Giappone. Citiamo le scuderie Nytco Motorsport, che partecipa all’Ecorally da molti anni, con Lukasz Nytco e Artur  Najder su Toyota Yaris ibrida e Vivi Altotevere Eco Team, dei bulgari Kadin Dedikov e George Paviov su Renault Zoe. Per la Repubblica di San Marino in gara Silvano Di Mario e Fabio Toccaceli, scuderia Ren-Auto Piraccini, su Renault Zoe R90.

Nell’E-Rally anche Autotest Motorsport con Walter Fuzzy Kofler  e Franco Gaioni su Tesla Model 90D e Team Mow-e Elettrico con un click, a bordo Emanuele Liboni e Marco Terersi su Tazzari Zero EVO Special.

Il servizio di courtesy car previsto a Sansepolcro e Arezzo è garantito grazie a un mezzo ecologico: si tratta del Jumper Diesel GPL, impianto Autogas Italia, messo a disposizione dalla Oxigas di Forlì.

L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e dell’Automobile Club di Arezzo, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino. Numerosi i partner tecnici – fra i quali Aboca di Sansepolcro, BRC Gas Equipment di Cuneo, Banca Cis di San Marino, Zannoni Carburanti di Forlì, Puntogas e Slime di Albano Laziale, PowerJet di Bari e Oxigas di Forlì – che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, ausili di guida, location e strutture. La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) e A.C.I. Arezzo, tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

LA STRANA COPPIA: ESORDIO ALL’ECORALLY DI SAN MARINO PER L’EQUIPAGGIO GHINELLI-CORNIOLI

Categories: Tags:

16 – 17 settembre: dalla Repubblica del Titano ad Arezzo

 

 

IL SINDACO DI AREZZO E IL SINDACO DI SANSEPOLCRO IN GARA

ALLA GUIDA DI UNA RENAULT ZOE

 

SABATO TRA LE 19,00 E LE 20.00

L’ARRIVO DELLE AUTO AD AREZZO IN PIAZZA GRANDE

 

Pilota Alessandro Ghinelli, co-pilota e navigatore Mauro Cornioli. E’ l’equipaggio della Renault Zoe, tra le vetture in gara per il 1° E-Rally di San Marino che si correrà sabato 16 e domenica 17 settembre con percorso San Marino – Sansepolcro – Arezzo e ritorno.

Entrambi amanti dello sport (Ghinelli pilota di aereo, motociclista, velista e paracadutista, Cornioli balestriere appassionato di sport medievali) i Sindaci di Arezzo e Sansepolcro hanno risposto con entusiasmo all’invito degli organizzatori a farsi “piloti per due giorni”, partecipando in veste di concorrenti alla prima edizione di una gara riservata esclusivamente alle auto elettriche. Al suo esordio, l’E-Rally, gara di regolarità regolamentata FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) valida per la Coppa FIA internazionale E-Rally di Regolarità è riservata infatti ai veicoli elettrici (EV), Plug Ibridi (PHEV), elettrici ad autonomia estesa (EREV) e Fuel Cell (FCEV). Una competizione che rappresenta una sezione della manifestazione “madre”, l’Ecorally di San Marino riservato ai veicoli ecologici, giunta quest’anno alla sua 12a edizione. All’interno del programma della gara, organizzata dalla San Marino Racing Organisation, anche il 9o Ecorally Press, riservato ai giornalisti.

Con partenza da San Marino e tappa “tecnica” a Sansepolcro, gli equipaggi arriveranno nella serata di sabato nella splendida cornice di Piazza Grande ad Arezzo, dove le auto sosteranno per la notte prima di ripartire la domenica di nuovo per la Repubblica del Titano. L’equipaggio Ghinelli-Cornioli dovrà competere con piloti campioni di regolarità, oltre che con appassionati dell’auto, dell’ambiente e giornalisti.

Dopo le verifiche tecniche della prima mattina del sabato, gli equipaggi partiranno da San Marino e attraverseranno il Parco naturale di Montecchio, Talamello, Sant’Agata Feltria, Badia Tedalda e Pieve S. Stefano, con sosta a Sansepolcro per la ricarica dei veicoli elettrici. Si prosegue per Santa Fiora e Tavernelle con arrivo tra le 19,00 e le 20.00 in Piazza Grande ad Arezzo, dove i mezzi rimarranno parcheggiati in parco chiuso durante la notte. La domenica mattina alle 7.30 partenza del primo equipaggio da Arezzo per il percorso di ritorno, che tocca Palazzo del Pero e Badia Ficarolo per sostare ancora a Sansepolcro per un’ennesima ricarica dei veicoli elettrici, poi Perticara, Montetiffi e Ponte Uso per rientrare nella Repubblica del Titano e tagliare il traguardo finale alle 13.22 (primo equipaggio) a San Marino, Multieventi Sport Domus. Un percorso di 314 chilometri a basso impatto ambientale, suddivisi in 4 tappe e 15 settori di gara, con 8 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Sansepolcro e Arezzo – e 24 pressostati di rilevamento del tempo.

Comunicato stampa 4/2017 – Meno 4 all’Ecorally, oltre 30 equipaggi e 314 km a basso impatto

Categories: Tags:

16 – 17 settembre: dalla Repubblica del Titano ad Arezzo

In partenza sabato 16 settembre da San Marino il 12° Ecorally San Marino, il 1° E-Rally e il 9° Ecorally Press, competizioni di regolarità riservate ai veicoli ecologici.
Nel Regolamento di gara la protezione dell’ambiente naturale

San Marino, 12 settembre 2017 – Mancano pochi giorni all’accensione degli eco-motori per la dodicesima edizione del rally di regolarità riservato ai veicoli ecologici nato nella Repubblica del Titano e poi esportato in tutto il mondo.
La competizione, alla portata di tutti, accanto a giornalisti, appassionati dell’auto e dell’ambiente vede in gara piloti campioni di regolarità. Gli equipaggi si contendono i maggiori titoli dedicati alle energie alternative. La gara si svolge utilizzando veicoli della produzione di serie o prototipi regolarmente immatricolati, purchè alimentati grazie a propulsioni e carburanti alternativi.
Ogni passaggio del percorso è descritto nel Road Book, libro usato nei rally che con simboli e planimetrie indica la strada da percorrere. Un tratto stradale specifico di una lunghezza compresa tra 3 e gli 8 km, opportunamente preparato e contrassegnato, viene fornito ai partecipanti, insieme al Road Book, allo scopo della calibrazione accurata del loro metro di distanza, per portarsi in linea con il misuratore di distanza utilizzata dagli organizzatori durante le misure del Road Book (étalonnage).
Al via oltre 30 equipaggi, che concorrono per diversi trofei.

I trofei – La partecipazione alla gara consente di acquisire punti validi per il Campionato Italiano ACI Sport 2017 di Regolarità per Energie Alternative e Rinnovabili al quale prendono parte veicoli delle categorie IIIA, VII e VIII: ibridi elettrici e altri veicoli ad energie alternative, quali mono e bifuel gassosi (GPL e metano), biocarburanti.
All’esordio l’E-Rally, gara di regolarità regolamentata FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) valida per la Coppa FIA internazionale E-Rally di Regolarità ed è riservato ai veicoli elettrici (EV), Plug Ibridi (PHEV), elettrici ad autonomia estesa (EREV) e Fuel Cell (FCEV).
Il 9°Ecorally Press, in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi/Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas, vede gareggiare equipaggi composti da giornalisti e operatori dell’informazione e premia i primi tre classificati della categoria (1) . Nell’ambito del Press viene assegnato anche il Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile, in memoria dell’inventore della pistola usata ancora oggi per i rifornimenti di GPL.
Tutte le auto in gara acquisiscono punti validi per l’assegnazione del Trofeo 12° Ecorally San Marino e punti per il Campionato Italiano, la cui classifica sarà computata con i punteggi acquisiti tramite le Prove Segrete a velocita media imposta e le Prove Speciali con pressostati. Al primo classificato sammarinese, trofeo speciale in collaborazione con Banca Cis.

Il programma – Dopo le verifiche tecniche della prima mattina del sabato, gli equipaggi partono a un minuto di distanza l’uno dall’altro dalle 10.31 dal Multieventi Sport Domus di San Marino, attraversano il Parco naturale di Montecchio, Talamello, Sant’Agata Feltria, Badia Tedalda e Pieve S. Stefano, con sosta a Sansepolcro per la ricarica dei veicoli elettrici. Si prosegue per Santa Fiora e Tavernelle con arrivo alle 19.12 in Piazza Grande ad Arezzo, dove i mezzi rimarranno parcheggiati in parco chiuso durante la notte.
La domenica mattina alle 7.31 partenza del primo equipaggio da Arezzo per il percorso di ritorno, che tocca Palazzo del Pero e Badia Ficarolo per sostare ancora a Sansepolcro per un’ennesima ricarica dei veicoli elettrici, poi Perticara, Montetiffi e Ponte Uso per rientrare nella Repubblica del Titano e tagliare il traguardo finale alle 13.22 (primo equipaggio) a San Marino, Multieventi Sport Domus. Seguono pranzo e premiazioni.

I numeri – I 314 chilometri di percorso sono suddivisi in 4 tappe e 15 settori di gara, con 8 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Sansepolcro e Arezzo – e 24 pressostati di rilevamento del tempo.

Storia e obiettivi – L’Ecorally, nato nel 2006 e organizzato dalla SMRO San Marino Racing Organisation in collaborazione con Centro Stampa e Media e Consorzio Ecogas, ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a energie alternative e a basso impatto ambientale. La manifestazione ha fatto proprio un preciso codice etico, al quale è dedicata una sezione del Regolamento di gara, per la protezione dell’ambiente naturale: tutte le persone coinvolte devono quindi dimostrare il loro responsabile coinvolgimento evitando atti o omissioni che possano in ogni modo distruggere o contaminare le aree circostanti o generare rumori inutili.
L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e dell’Automobile Club di Arezzo, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino.
Numerosi i partner tecnici – fra i quali Aboca di Sansepolcro, BRC Gas Equipment di Cuneo, Banca Cis di San Marino, Zannoni Carburanti di Forlì, Puntogas e Slime di Albano Laziale – che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, ausili di guida, location e strutture.
La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) e A.C.I. Arezzo, tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

(1) Se un equipaggio risulta nelle prime 3 posizioni nella classifica Eco-Rally e nelle prime 3 posizioni nella classifica E- Rally, non può essere ammesso alla premiazione dell’Eco-Rally Press.

Comunicato stampa 03/2017 – Carburanti alternativi, in ascesa il Gnl

Categories: Tags:

16 e 17 settembre, appuntamento con il 12° Ecorally San Marino per promuovere i carburanti più puliti

La mappa dei distributori di GNL attivi in Italia diffusa dagli organizzatori dell’Ecorally San Marino, la prima gara di regolarità per autoveicoli alimentati con propulsioni e carburanti e alternativi.

Emilia Romagna prima in Italia per circolante autovetture a gas con circa 500mila unità. Oltre 5.000 i distributori di GPL e metano presenti su tutto il territorio nazionale

San Marino, 4 settembre 2017 – Carburanti alternativi: accanto alle soluzioni a GPL e gas naturale compresso già pronte e disponibili per una mobilità rispettosa dell’ambiente, si sta diffondendo anche in Italia l’utilizzo del Gnl, il gas naturale liquefatto, sul quale le attuali politiche energetiche puntano sia per usi industriali e domestici, sia come carburante per i trasporti marittimi e terrestri.
Ha infatti superato quota 10 la rete di impianti di distribuzione di Gnl aperti al pubblico attiva nel nostro Paese, con punti vendita a Piacenza, Novi Ligure (Al), Castel San Pietro Terme (Bo), Corridonia (Mc), Gera Lario (Co), Pontedera (Pi), Villa Falletto (Cn), Padova Interporto, Rimini e Noceto (Pr) più quello di San Matteo di Modena, ultima apertura segnalata.
All’elenco sono da aggiungere altri 9 impianti che, attraverso un processo di rigassificazione del Gnl, riforniscono i tradizionali autoveicoli bifuel a metano compresso. Un grande pregio del Gnl è infatti quello di essere più facilmente trasportabile, rendendo di fatto possibile l’utilizzo del metano in assenza di metanodotto.
Ben 5 degli 11 punti di rifornimento si trovano in Emilia Romagna, regione tradizionalmente legata ai gas per auto, tanto che risulta essere la prima in Italia per circolante autovetture a GPL e metano con quasi 500mila unità (499.480, per la precisione) e seconda in rapporto al circolante totale con un 17,80%, contro una media nazionale all’8,24.
I carburanti gassosi – GPL e metano – possono oggi contare su una rete di distribuzione sempre più capillare su tutto il territorio: superata quota 3.900 per il GPL e 1.100 per il metano.
I dati, elaborati da Assogasliquidi/Federchimica, l’associazione che all’interno di Confindustria rappresenta le imprese del settore Gpl e Gnl, sono stati diffusi dagli organizzatori del 12° Ecorally San Marino e del 1° E-Rally, gare di regolarità dedicate ai veicoli ecologici valevoli rispettivamente per i campionati italiano e internazionale dedicati alle energie alternative. Nella prima gareggiano mezzi bifuel benzina/GPL e benzina/metano, diesel/gas, ibride elettriche e a biocarburanti, nella seconda mezzi elettrici e a idrogeno (fuel cell).
Le adesioni sono aperte fino all’11 settembre. Tutti possono partecipare, purché a bordo di un mezzo ecologico. I combustibili alternativi ammessi sono quelli contenuti nella direttiva Dafi, recentemente recepita anche in Italia, per la realizzazione di una infrastruttura che ne consenta la diffusione con l’obiettivo di “attenuare l’impatto ambientale nel settore dei trasporti”.
Sul sito internet della manifestazione – www.ecorally.eu – sono già disponibili la scheda di iscrizione ed altre informazioni su modalità e percorso.
Accanto alle due competizioni si svolge anche la nona edizione dell’Ecorally Press, in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas, che vede gareggiare equipaggi composti da giornalisti e operatori dell’informazione. Nell’ambito del Press viene assegnato anche il Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile.
Il percorso proposto per l’edizione 2017 ha un chilometraggio più limitato, motivato dalla necessità di agevolare i veicoli elettrici: autonomia e tempi di ricarica non sarebbero stati compatibili con il consueto tragitto fino alla Città del Vaticano e nemmeno con il Principato di Monaco, traguardo dell’edizione 2016.

Sono comunque oltre 300 i chilometri percorsi utilizzando solo propulsioni e carburanti a basso o nullo impatto ambientale con partenza da San Marino e arrivo ad Arezzo passando per Sansepolcro e ritorno per dimostrare nei fatti che viaggiare inquinando pochissimo è già possibile e alla portata di tutti.
L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e dell’Automobile Club di Arezzo, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino.
Numerosi i partner tecnici – fra i quali Aboca di Sansepolcro, BRC Gas Equipment di Cuneo, Banca Cis di San Marino, Zannoni Carburanti di Forlì, Puntogas e Slime di Albano Laziale – che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, ausili di guida, location e strutture.
La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) e A.C.I. Arezzo, tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

Comunicato stampa 02/2017 – Auto ecologiche, il circolante “alternativo” all’8,58%

Categories: Tags:

A darne notizia gli organizzatori dell’Ecorally San Marino, la prima gara di regolarità per autoveicoli alimentati con propulsioni e carburanti e alternativi, in occasione dell’apertura delle iscrizioni.

16 e 17 settembre, appuntamento con il 12° Ecorally San Marino per promuovere i carburanti più puliti

San Marino, 2 agosto 2017 – In Italia circolano 3.249.122 autovetture alimentate grazie a propulsioni e carburanti alternativi. Di queste 2.211.368 (5,84%) sono a doppia alimentazione benzina – GPL, 911.246 (2,41) a doppia alimentazione benzina – Metano, 117.433 (0,31%) sono ibride benzina, 5.743 (0,02%) elettriche e infine 3.332 (0,01%) ibride gasolio.

Tutte insieme rappresentano l’8,58% del circolante, che è pari a 37.876.138 unità. In crescita, rispetto al 2016, quando su un circolante autovetture di 37.351.233 di unità, le alternative valevano l’8,33%.

I dati, di fonte Aci e aggiornati al 31 dicembre 2016, sono stati diffusi dal Centro Studi del Consorzio Ecogas a 45 giorni dal via al 12° Ecorally San Marino, gara di regolarità riservata alle propulsioni alternative nata con l’obiettivo di promuovere e diffondere tecnologie e vantaggi della mobilità ecocompatibile.


Rigorosamente all’insegna della neutralità tecnologica, la manifestazione si svolge quest’anno il 16 e il 17 settembre su un percorso di oltre 300 chilometri con partenza da San Marino, tappe a Sansepolcro e Arezzo e ritorno.
Tutti possono partecipare, purché a bordo di un mezzo ecologico. I combustibili alternativi ammessi sono quelli contenuti nella direttiva Dafi, recentemente recepita anche in Italia, per la realizzazione di una infrastruttura che ne consenta la diffusione con l’obiettivo di “ridurre al minimo la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore dei trasporti”.
Mezzi bifuel benzina/GPL e benzina/metano, diesel/gas, ibride elettriche, a biocarburanti gareggiano nel 12° Ecorally, mentre le elettriche e idrogeno (fuell cell) saranno impegnate nel 1° E-Rally F.I.A. (Federazione Internazionale dell’Automobile), valevoli rispettivamente per i campionati italiano e internazionale dedicati alle energie alternative. Accanto a queste due gare si svolge come di consueto anche l’Ecorally Press, in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas. Giunto alla nona edizione, vede gareggiare equipaggi composti da giornalisti e operatori dell’informazione. Nell’ambito del Press viene assegnato anche il Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile, in memoria dell’inventore della pistola usata ancora oggi per i rifornimenti di GPL.
Le adesioni sono aperte dal 1° agosto fino all’11 settembre. Sul sito internet della manifestazione – www.ecorally.eu – sono già disponibili la scheda di iscrizione ed altre informazioni su modalità e percorso.
La San Marino Racing Organisation, che ha ideato l’Ecorally San Marino nel 2006, ricorda che la competizione è aperta anche ai prototipi, purché regolarmente targati e comunque omologati per la circolazione su strade aperte al pubblico. Da sempre, spiegano, le manifestazioni dello sport dell’automobile, per loro natura innovative, consentono di testare nuove tecnologie.
L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e dell’Automobile Club di Arezzo, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino.
Numerosi i partner tecnici – fra i quali BRC Gas Equipment di Cherasco (Cn) – che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, location e strutture. Da Punto Gas e Slime i kit antiforatura di cui sono dotati tutti gli equipaggi. Da Aboca un percorso all’insegna del bio riservato ai partecipanti con la visita all’omonimo Aboca Museum a Sansepolcro.
La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) e A.C.I. Arezzo, tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

Il percorso – Il percorso 2017, dal chilometraggio più limitato (oltre 300 chilometri), è motivato dalla necessità di agevolare i veicoli elettrici: autonomia e tempi di ricarica non sarebbero stati compatibili con il consueto tragitto fino alla Città del Vaticano e nemmeno con il Principato di Monaco, traguardo dell’edizione 2016.

Il programma – Le verifiche tecniche sono previste nel corso della mattinata di sabato 16 settembre a San Marino, poco dopo la partenza per la prima tappa alla volta di Sansepolcro, dove durante la ricarica dei veicoli elettrici ci sarà il tempo per il pranzo. Si riparte nel primo pomeriggio con arrivo ad Arezzo in serata, nella splendida Piazza Grande che ha ospitato numerose volte la manifestazione in passato, per cena e pernottamento. La seconda tappa riparte la mattina seguente – domenica 17 settembre – in direzione Sansepolcro, per concludersi con l’arrivo a San Marino alle 13 circa. Seguono pranzo e premiazioni.

Il road book – I concorrenti devono seguire il Road Book, il libro usato tradizionalmente nei rally, che con simboli e planimetrie indica il percorso e le prove, in pratica un navigatore cartaceo. Queste vanno dalla partenza cronometrata a una serie di controlli con rilevamento del passaggio tramite tubi pressostatici collegati ad un cronometro. Inoltre le Prove speciali, che vanno percorse con media oraria costante con passaggi controllati segretamente e rilevati da cellule fotoelettriche. Fondamentale presentarsi ai rilevamenti di passaggio che costellano il percorso alla scadenza esatta del tempo imposto, applicando la velocità media richiesta.

Chi può partecipare

Categories: Tags:

Come di consueto la gara è aperta a tutti gli automobilisti: piloti professionisti della regolarità, famiglie, amanti dell’ecoturismo e dell’auto ecologica, giornalisti e ambientalisti. Unica condizione per potersi iscrivere: partecipare alla guida di un mezzo a basso impatto ambientale. Ogni equipaggio è composto da un pilota e un co-pilota, che possono cambiare di ruolo liberamente durante l’evento.

I concorrenti devono osservare scrupolosamente il  codice della strada e seguire il Road Book, il libro di diagrammi usati tradizionalmente nei rally. Le prove previste vanno dalla partenza cronometrata a una serie di controlli con rilevamento del passaggio tramite tubi pressostatici collegati ad un cronometro il cui tempo è rilevato al centesimo di secondo e da almeno quattro controlli segreti di media oraria costante con i passaggi rilevati da cellule fotoelettriche. Gli organizzatori possono istituire dei controlli a timbro per verificare che gli equipaggi rispettino il percorso previsto ed anche controlli a vista affidati a commissari di percorso.

Consulta e scarica il Regolamento

Scheda Iscrizione

[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

Comunicato stampa 1/2017 – Mobilità sostenibile, al 12° Ecorally San Marino e 9° Ecorally Press si unisce il 1° E-Rally

Categories: Tags:

Il 16 e il 17 settembre 2017 le auto ecologiche da San Marino ad Arezzo

MOBILITÀ SOSTENIBILE, AL 12° ECORALLY SAN MARINO E 9° ECORALLY PRESS SI UNISCE IL 1° E-RALLY

In preparazione le gare di regolarità valide per la Coppa F.I.A. Energie Alternative e per il Campionato Italiano per Energie Alternative e Rinnovabili

San Marino, 4 luglio 2017 – Ecorally San Marino, il 16 e il 17 settembre 2017 gli autoveicoli ecologici si sfideranno sul percorso San Marino, Sansepolcro, Arezzo in una competizione di regolarità giunta alla dodicesima edizione.

La gara, di respiro internazionale e nata nel 2006, ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a basso impatto ambientale, per dimostrarne le possibilità di utilizzo nella vita quotidiana.

Con l’edizione 2017 raddoppia: da un lato un esordio con il 1° E-Rally, competizione regolamentata F.I.A. (Federazione Internazionale dell’Automobile) alla quale possono iscriversi esclusivamente i mezzi totalmente elettrici – valida per la Coppa F.I.A. Energie Alternative e per il Campionato Italiano di Regolarità Energie Alternative e Rinnovabili – dall’altra il 12° Ecorally, valido per il Campionato Italiano di Regolarità per Energie Alternative e Rinnovabili, al quale possono partecipare tutti gli altri tipi di veicoli alimentati con carburanti alternativi ovvero: ibridi elettrici, mono e bifuel gassosi (GPL, GNL e metano), biometano, biocarburanti, idrogeno.

Accanto all’Ecorally riconfermato l’Ecorally Press – nona edizione – in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas: riservato agli operatori dell’informazione, distribuisce premi tematici ai giornalisti più attenti all’ambiente e prevede l’assegnazione del Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile.

Come per le precedenti edizioni, tutti possono partecipare, purchè a bordo di un mezzo a basso impatto ambientale.

Il percorso 2017, dal chilometraggio più limitato, è motivato dalla necessità di agevolare i veicoli elettrici: autonomia e tempi di ricarica non sarebbero stati compatibili con il consueto tragitto fino alla Città del Vaticano e nemmeno con il Principato di Monaco, traguardo dell’edizione 2016.

Il programma. Le verifiche tecniche sono previste nel corso della mattinata di sabato 16 settembre a San Marino, poco dopo la partenza per la prima tappa alla volta di Sansepolcro, dove durante la ricarica dei veicoli elettrici ci sarà il tempo per il pranzo. Si riparte nel primo pomeriggio con arrivo ad Arezzo in serata, nella splendida Piazza Grande che ha ospitato numerose volte la manifestazione in passato, per cena e pernottamento. La seconda tappa riparte la mattina seguente – domenica 17 settembre – in direzione Sansepolcro, per concludersi con l’arrivo a San Marino alle 13 circa. Seguono pranzo e premiazioni.

“L’apertura delle iscrizioni – ha comunicato Ennio Morri della San Marino Racing Organisation, la società sportiva che organizza l’evento – è prevista per il 1° agosto e si chiuderà l’11 settembre.”

La quota di partecipazione per ogni equipaggio (2 persone, pilota e copilota, che possono alternare i ruoli durante la gara) è di 400 euro, comprensiva di pranzo, cena e alloggio in hotel per sabato 16 settembre e pranzo di chiusura e premiazioni di domenica 17.

L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive, il patrocinio della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino. Si attende la conferma anche da parte dell’italiano Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che già lo scorso anno ha concesso il suo patrocinio. La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

La competizione, rivolta esclusivamente a veicoli ecologici, è coerente con la natura innovativa delle manifestazioni dello sport dell’automobile dove, nel passato come nel presente, innumerevoli concetti tecnici sono testati attraverso le gare. Accoglie operatori del mondo automotive, tecnici e piloti, ma anche chi ama semplicemente l’auto e l’ambiente.

I concorrenti devono seguire il Road Book, il libro usato tradizionalmente nei rally, che con simboli e planimetrie indica il percorso e le prove, in pratica un navigatore cartaceo. Queste vanno dalla partenza cronometrata a una serie di controlli con rilevamento del passaggio tramite tubi pressostatici collegati ad un cronometro. Inoltre le Prove speciali, che vanno percorse con media oraria costante con passaggi controllati segretamente e rilevati da cellule fotoelettriche. Fondamentale presentarsi ai rilevamenti di passaggio che costellano il percorso alla scadenza esatta del tempo imposto, applicando la velocità media richiesta.

Accanto alla sostenibilità ambientale, la sicurezza: il principio sul quale si basano gli ecorally di regolarità, è proprio il rispetto del codice della strada, svolgendosi le competizioni su strade aperte al traffico.

[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

Communiqué de presse 6/2016 – Les voitures qui respectent l’environnement montent sur le podium

Categories: Tags:

11e Ecorally International FIA et 8° Ecorally Press, les classements

ECORALLY SAN MARINO, SANREMO, MONTE-CARLO, LES VOITURES QUI RESPECTENT L’ENVIRONNEMENT MONTENT SUR LE PODIUM

On a proclamé les vainqueurs des courses de régularité réservées aux véhicules à faible impact sur l’environnement

Monte-Carlo, le 22 juin 2016 – Le 11e Ecorally San Marino, Sanremo, Monte-Carlo et le 8e Ecorally Press, Rally écologique de régularité pour les journalistes, des courses de régularité sur route dédiées aux voitures à faible impact sur l’environnement, se sont terminées le 19 juin à Monte-Carlo par la cérémonie de remise des prix.

Au 8e Ecorally Press, en collaboration avec Assogasliquidi et Consorzio Ecogas, partenaires techniques Energas, Lampogas et Zetagas, Paolo Benevolo et Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, sur Toyota Prius sont arrivés premiers.

Au 8e Ecorally Press, Paolo Benevolo et Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, sur Toyota Prius sont arrivés premiers.

Les véhicules, tous en circulation sur nos routes, démontrant qu’il est déjà possible de se déplacer chaque jour en polluant très peu, ont rejoint la Principauté de Monaco à midi, où ils sont arrivés sur la Place d’Armes après avoir parcouru le Boulevard du Jardin Exotique et le Boulevard Rainier III. Les équipages se sont ensuite rendus au restaurant Castelroc pour le déjeuner et la cérémonie de remise des prix. Dix voitures, choisies parmi les véhicules gagnants et parmi les plus représentatifs, sont restés exposés entre-temps sur la Place du Palais de la Principauté, depuis toujours sensible au thème de l’environnement et à la contribution de la mobilité alternative.

Les équipages ont parcouru, en trois jours, 843 kilomètres de parcours subdivisés en 3 étapes et 14 secteurs de course, avec 6 épreuves secrètes à vitesse moyenne imposée chronométrée par une cellule photoélectrique, 3 regroupements – à Parme, au Château de Sarmato et à Sanremo – et 14 pressostats pour le chronométrage. Le tracé de samedi, sur les traces du Rally de Sanremo, qui a demandé le plus grand effort de la part des concurrents pour concilier la conduite écologique, la sécurité et la compétition, a été particulièrement passionnant.

Les concurrents et les organisateurs ont été accueilli sur la Place du Palais par M. Patrice Cellario, le Conseiller de Gouvernement pour l’Intérieur.

Pour le 11e Ecorally, les premiers classés étaient Guido Guerrini et Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, sur Abarth 500 à GPL.

Pour le 11e Ecorally, les premiers classés étaient Guido Guerrini et Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, sur Abarth 500 à GPL.

Les 40 voitures en compétition au 11e Ecorally, qui est également une course officielle de régularité internationale figurant sur le calendrier de la Coppa FIA Energie Alternative, étaient parties vendredi à 13h01 de Saint-Marin à 8h01 à des intervalles d’une minute. Les étapes et les épreuves : l’Ecorally 2016 est parti dès le départ sur les chapeaux de roue avec trois épreuves de régularité à vitesse constante avant de prendre l’autoroute A14 à destination de Forlì, en transitant par la Zannoni Carburanti, qui prévoyait deux pressostats. Ensuite Bologne, où les pressostats étaient positionnés à la Sprint Gaset à la Tartarini Auto. Dans la région de Modène, on est passé par la station-service Unione Gas Auto de Vignola avec un contrôle du passage moyennant un tampon devant l’usine Ferrari. Le dernier arrêt de la journée était prévu à Corte Tegge (Re) pour se mesurer aux pressostats positionnés en l’établissement Landi Renzo. Le premier jour de compétition s’est terminé à Parme, d’où les voitures sont reparties le samedi matin pour les deux premières étapes avec des pressostat à la Lampogas à Bianconese di Fontevivo et à la Socogas de Fidenza. Ensuite, durant le tour des châteaux de Parme et Plaisance, on a prévu deux tubes pressostatiques au Château de Vigoleno, puis une épreuve de régularité à vitesse constante se déroulera entre le Château d’Agazzano et celui de Castelnovo. Arrivée au Château de Sarmato pour le déjeuner avant de prendre l’autoroute jusqu’à Imperia. Ensuite, ils ont affronté deux épreuves de régularité à vitesse constante avant d’arriver à San Remo, arrivée de la deuxième journée de course. Le dimanche 19 juin, départ de San Remo à destination de Vintimille Olivetta (sur la frontière française) et Castellar, sur le territoire français, où se sont déroulés les contrôles finaux des carburants. Enfin, les équipages ont affronté la dernière étape jusqu’à Monte-Carlo.

Classements et gagnants. Pour le 11e Ecorally, les premiers classés étaient Guido Guerrini et Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, sur Abarth 500 à GPL, les seconds Fabio Loperfido et Alessandro Moretti, Ecomotori Racing Team, sur Abarth 500 à méthane, les Canadiens Lucas et Piotr Nytko, écurie Nytko Motorsport, sur Toyota Yaris sont arrivés troisièmes, les quatrièmes étaient Massimo Liverani et Valeria Strada, Montecarlo Engineering Racing Team, sur Alfa Romeo Mito Quadrifoglio Verde à GPL, et les cinquièmes étaient les Français Artur Prusak et Thierry Benchetrit, écurie Simulang, sur Toyota Prius hybride.

Classement FIA Alternative Energies Cup, premiers Artur Prusak et Thierry Benchetrit, écurie Simulang, sur Toyota Prius hybride.

Classement FIA Alternative Energies Cup, premiers Artur Prusak et Thierry Benchetrit, écurie Simulang, sur Toyota Prius hybride.

Classement FIA Alternative Energies Cup, premiers Artur Prusak et Thierry Benchetrit, écurie Simulang, sur Toyota Prius hybride, deuxièmes Massimo Liverani et Valeria Strada, Montecarlo Engineering Racing Team sur Alfa Romeo Mito Quadrifoglio verde à GPL, troisièmes Fabio Loperfido et Alessandro Moretti, Ecomotori Racing Team, sur Abarth 500 à méthane À la quatrième place, Guido Guerrini et Francesca Olivoni, eux aussi de l’écurie l’Ecomotori Racing Team, à bord d’une Abarth 500 à GPL. À la cinquième place, l’équipage canadien constitué par Lucas et Piotr Nytko, Nytko Motorsport, sur Toyota Yaris hybride.

Au 8e Ecorally Press, en collaboration avec Assogasliquidi et Consorzio Ecogas, partenaires techniques Energas, Lampogas et Zetagas, Paolo Benevolo et Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, sur Toyota Prius sont arrivés premiers, les seconds étaient Fulvio Maria Ballabio et Fulvio Ciervo, Kerb Motori, Montecarlo Engineering Racing Team, sur Alfa Romeo Giulietta à GPL, les troisièmes Luca Comandini et Claudio Anniciello de Sicurauto.it, écurie Tartarini Auto, sur Ford Ka à GPL, et les quatrièmes Stefano Panzeri et Alberto Balestra, Ecomobile, écurie My En. Riccarda Robbiati et Sonia Milani de Eracemotorblog.it sur Lancia Y à GPL sont arrivés cinquième, s’adjugeant également la Coupe des Dames.

Trofeo Nello Rosi, promu par My En, Unione Gas Auto ed Ecomobile au Centre de Presse de Monaco, remis au directeur Jean-Pierre Doria, pour le support reçu au cours de cette première édition au cours de laquelle la Principauté de Monaco a été le point d’arrivée prestigieux d’un événement entièrement dédié à la voiture écologique. On a décerné une Mention spéciale pour L’Automobile, à Andrea Cauli et Marco Perugini, qui ont participé au rallye Press.  Le motif : la relance d’une des plus anciennes revues automobiles italiennes voulues par l’Automobile Club d’Italia, qui est de retour en ligne, et bientôt dans le format papier.

On a également récompensé le premier équipage de Saint-Marin, en collaboration avec Banca Cis, le rédacteur en chef de la télévision d’État de la République de Saint-Marin Sergio Barducci, aux côtés de Gianluca Dolcini sur Audi A3 à méthane. Le Prix Spécial Calafuria, promu par Vincenzo Catarsi Mare, chantier nautique engagé dans la promotion de la navigation à faible impact sur l’environnement, a une fois de plus été remis à Fulvio Maria Ballabio, qui est journaliste et Consul de la Principauté, depuis toujours engagé dans le secteur nautique et celui des moteurs.  D’autres titres ont été remis aux Consuls de la Principauté de Monaco Augusto Spaggiari et à Estelle Antognelli, de la Direction du Tourisme et des Congrès de Monaco, pour le support qu’ils ont fourni à la manifestation.

L’Ecorally Saint-Marin est organisé avec la collaboration du Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare de la République Italienne ainsi que de la Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente et de la Segreteria di Stato allo Sport de la République de Saint-Marin, et avec la collaboration de l’Uiga – Union Italienne des Journalistes Automobiles.

Nombreux sont les partenaires techniques, dont Friulana Gas, qui fourniront des véhicules et des carburants écologiques, des emplacements et des structures. Punto Gas et Slime remettront les kits anti-crevaison à tous les équipages. À l’Ecorally on a servi du vin sans alcool produit par la société Princess di Lavis, à Trente.

La gestion technique et réglementaire était confiée à la F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) par l’intermédiaire de ses Représentants officiels de Compétition ; les relevés chronométriques sont effectués par la F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

Comunicato stampa 5/2016 – Sul podio le auto che rispettano l’ambiente

Categories: Tags:


11°
Ecorally Internazionale FIA e 8° Ecorally Press, le classifiche

ECORALLY SAN MARINO, SANREMO, MONTE-CARLO, SUL PODIO LE AUTO CHE RISPETTANO L’AMBIENTE

Proclamati i vincitori delle gare di regolarità riservate ai veicoli a basso impatto ambientale

Monte-Carlo, 19 giugno 2016 – Si sono conclusi oggi a Monte-Carlo con la cerimonia di premiazione l’11° Ecorally San Marino, Sanremo, Monte-Carlo e l’8° Ecorally Press, Rally ecologico di regolarità per giornalisti, competizioni di regolarità su strada dedicate ai mezzi a basso impatto ambientale, che in Italia rappresentano l’8,33% del circolante autovetture: 2.137.078 autovetture a GPL (5,72%), 883.190 a metano (2,36%), 82.381 sono ibridi benzina (0,22%), 4.584 le elettriche, pari allo 0,01% e infine gli ibridi diesel, 2.967 unità, ovvero lo 0,01% (dati Aci al 31 dicembre 2015).

I veicoli, tutti di uso comune, a dimostrazione del fatto che è già possibile muoversi ogni giorno inquinando pochissimo, hanno raggiunto il Principato di Monaco alle 12 e percorrendo i Boulevard du Jardin Exotique e Rainier III hanno raggiunto la Place d’Armes. Gli equipaggi si sono poi spostati al ristorante Castelroc per pranzo e cerimonia di premiazione. Dieci auto, scelte tra le vincitrici e tra le piu’ rappresentative sono rimaste nel frattempo esposte sulla Place du Palais del Principato, da sempre sensibile alle tematiche ambientali e al contributo della mobilita’ alternativa.

Gli equipaggi in gara hanno percorso, in tre giorni, 843 chilometri suddivisi in 3 tappe e 14 settori di gara, con 6 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Parma, al Castello di Sarmato e a Sanremo – e 14 pressostati di rilevamento del tempo. Particolarmente appassionante il tracciato del sabato sulle tracce del Rally di Sanremo, che ha richiesto il massimo impegno da parte dei concorrenti per conciliare guida ecologica, sicurezza e competizione.

Per l’11° Ecorally, primi classificati  Guido Guerrini e Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a GPL

Per l’11° Ecorally, primi classificati Guido Guerrini e Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a GPL

Le 40 auto in gara nell’11 Ecorally, che è anche gara ufficiale di regolarità internazionale inserita nel calendario Coppa FIA Energie Alternative, erano partite venerdi’ alle 13.01 da San Marino alle 08.01, a distanza di un minuto l’uno dall’altro. Le tappe e le prove: l’Ecorally 2016 e’ entrato subito nel vivo con tre prove di regolarità a velocità costante prima di imboccare l’autostrada A14 alla volta di Forlì, con transito alla Zannoni Carburanti per due pressostati. Poi Bologna, dove i pressostati sono stati posizionati alla Sprint Gas e alla Tartarini Auto. In area modenese, passaggio al distributore Unione Gas Auto di Vignola e da Maranello, con controllo di passaggio a timbro davanti alla Ferrari. Ultimo stop della giornata a Corte Tegge (Re), per cimentarsi con i pressostati posizionati presso lo stabilimento Landi Renzo. Il primo giorno di gara e’ terminato a Parma, da dove le auto in gara sono ripartite il mattino del sabato per le prime due tappe con pressostati alla Lampogas a Bianconese di Fontevivo e alla Socogas di Fidenza. A seguire il tour dei castelli di Parma e Piacenza, con 2 tubi pressostatici al Castello di Vigoleno, poi tra il Castello di Agazzano e quello di Castelnovo, dove si e’ svolta anche anche una prova di regolarità a velocità costante. Arrivo al Castello di Sarmato per il pranzo poi autostrada fino ad Imperia. A seguire due prove di regolarità a velocità costante prima di giungere a Sanremo, arrivo del secondo giorno di gara. Domenica 19 partenza da Sanremo per Ventimiglia, Olivetta (confine di Stato) e Castellar, in territorio francese, dove alla stazione di servizio La Carel si sono svolti i controlli finali dei carburanti. Infine l’ultimo tratto fino a Monte-Carlo.

Classifica FIA Alternative Energies Cup, primi Artur Prusak e Thierry Benchetrit, scuderia  Simulang,  su Toyota Prius ibrida.

Classifica FIA Alternative Energies Cup, primi Artur Prusak e Thierry Benchetrit, scuderia Simulang, su Toyota Prius ibrida.

Classifiche e premiati. Per l’11° Ecorally, primi classificati  Guido Guerrini e Francesca Olivoni, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a GPL, secondi classificati Fabio Loperfido e Alessandro Moretti, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a metano, terzi i canadesi Lucas e Piotr Nytko, scuderia Nytko Motorsport, su Toyota Yaris, quarti Massimo Liverani e Valeria Strada, Montecarlo Engineering Racing Team, su Alfa Romeo Mito Quadrifoglio Verde a GPL, quinti i francesi Artur Prusak e Thierry Benchetrit, scuderia  Simulang,  su Toyota Prius ibrida.

Classifica FIA Alternative Energies Cup, primi Artur Prusak e Thierry Benchetrit, scuderia  Simulang,  su Toyota Prius ibrida, secondi Massimo Liverani e Valeria Strada, Montecarlo Engineering Racing Team su Alfa Romeo Mito Quadrifoglio verde a GPL, terzi Fabio Loperfido e Alessandro Moretti, Ecomotori Racing Team, su Abarth 500 a metano. Al quarto posto Guido Guerrini e Francesca Olivoni, anche loro dell’Ecomotori Racing Team, a bordo di una Abarth 500 a GPL. Al quinto posto l’equipaggio canadese composto da Lucas e Piotr Nytko, Nytko Motorsport, su Toyota Yaris ibrida.

L’8° Ecorally Press, in collaborazione con Assogasliquidi e Consorzio Ecogas, partner tecnici Energas, Lampogas e Zetagas, vede sul podio più alto Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, su Toyota Prius, secondi Fulvio Maria Ballabio e Fulvio Ciervo, in gara per Kerb Motori, Montecarlo Engineering Racing Team, su Alfa Romeo Giulietta a GPL, terzi Luca Comandini e Claudio Anniciello di Sicurauto.it, scuderia Tartarini Auto, su Ford Ka a GPL, quarti Stefano Panzeri e Alberto Balestra, Ecomobile, scuderia My En. Quinte Riccarda Robbiati e Sonia Milani di Eracemotorblog.it su Lancia Y a GPL che si aggiudicano anche la Coppa delle Dame.

L’8° Ecorally Press, in collaborazione con Assogasliquidi e Consorzio Ecogas, partner tecnici Energas, Lampogas e Zetagas, vede sul podio più alto Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, su Toyota Prius.

L’8° Ecorally Press, in collaborazione con Assogasliquidi e Consorzio Ecogas, partner tecnici Energas, Lampogas e Zetagas, vede sul podio più alto Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, Ufficio Stampa Aci Onda Verde, su Toyota Prius.

Trofeo Nello Rosi, promosso da My En, Unione Gas Auto ed Ecomobile al Centre de Presse di Monaco, consegnato al direttore Jean Pierre Doria, per il supporto ricevuto in questa prima edizione che vede il Principato di Monaco prestigiosa meta di un evento tutto dedicato all’auto ecologica. Menzione speciale per L’Automobile, consegnata ad Andrea Cauli e Marco Perugini, in gara nel Press.  La motivazione: il rilancio della piu’ antica rivista italiana dell’auto voluto dall’Automobile Club d’Italia, che e’ tornata in pista on line e a breve anche in edizione cartacea.

Premio per il primo  equipaggio sammarinese, in collaborazione con Banca Cis, al capo redattore della tv di Stato della Repubblica di San Marino Sergio Barducci, in gara con Gianluca Dolcini su Audi A3 a metano. Premio Speciale Calafuria, promosso da Vincenzo Catarsi Mare, cantiere nautico impegnato per la promozione della navigazione a basso impatto ambientale, ancora a Fulvio Maria Ballabio, che oltre ad essere giornalista e Console del Principato e’ da sempre impegnato sia nel settore nautico, sia in quello dei motori.  Altri riconoscimenti sono andati al Console del Principato di Monaco Augusto Spaggiari e a Estelle Antognelli, della Direzione del Turismo e dei Congressi di Monaco, per il supporto dato alla manifestazione.

L’Ecorally San Marino si svolge con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino e con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive.

Numerosi i partner tecnici, fra i quali anche Friulana Gas, che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, location e strutture. Da Punto Gas e Slime i kit antiforatura di cui sono dotati tutti gli equipaggi. All’Ecorally si e’ brindato con vino senza alcool prodotto dalla Princess di Lavis, Trento.

La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]